Cos’è il CBD? Caratteristiche e proprietà

Reading Time: 11 minuti read

CBD è un’abbreviazione di Cannabidiolo, ovvero un metabolita della Canapa Sativa L.

La parola metabolita non è un tecnicismo che abbiamo messo tanto per. Un metabolita è una molecola che viene trasformata dal nostro organismo tramite il metabolismo.

Dopodiché può essere assorbito o scartato, a seconda dei bisogni. Proprio l’assorbimento del CBD da parte del nostro corpo è quello che innesca gli effetti di questo cannabinoide. 

Perché il corpo umano non scarta il cannabidiolo?

Fun fact #1 :

  • Perché il nostro corpo è equipaggiato con un sistema, detto endocannabinoide (SEC) che è abituato ad avere a che fare con molecole dello stesso tipo del CBD!
Cos'è il CBD?
fonte: www.vecteezy.com

Cannabis, Cannabis legale, THC, CBD, un po’ di chiarezza

In giro c’è parecchia confusione su cos’è il thc e cos’è il cbd. Ok, sono entrambi cannabinoidi, ma:

  1. Provengono dalla stessa pianta?
  2. Il CBD è semplicemente una versione depotenziata del THC?

RIspondiamo con ordine. 

Il discorso pianta è un po’ complesso. La cannabis è una, ma si possono individuare tre diverse specie (anche se esiste ancora un dibattito scientifico a riguardo) che hanno fra di loro caratteristiche diverse, come, ad esempio, le concentrazioni di cannabinoidi. Sia il THC che il CBD sono presenti naturalmente all’interno delle piante di Cannabis.

Ciò che cambia è la concentrazione di questi due cannabinoidi. Ad esempio, la cannabis Indica ha naturalmente delle concentrazioni di THC decisamente più alte della Sativa, mentre la Ruderalis praticamente non ha THC.

Cannabis e cannabis legale

Abbiamo appena visto che la pianta è la stessa, a cambiare sono le proprietà delle varie specie.

La Cannabis legale ha un tenore di THC estremamente basso, e un livello di CBD variabile a seconda della genetica (spesso frutto di incroci fatti dai breeders).

Proprio il boom dell’industria legata alla cannabis legale ha portato negli ultimi dieci anni allo sviluppo di varietà via via più ricche di CBD. 

Perché il THC è illegale e il CBD è legale

Ed eccoci alla domanda da un milione di dollari. Risposta secca:

  • Il CBD non ha effetti psicotropi e non dà dipendenza

Ok, articoliamo un po’ questa risposta. 

Per capire come mai è legale, dobbiamo capire meglio cos’è il CBD.

Cos’è il CBD per il nostro organismo

All’inizio dell’articolo abbiamo menzionato brevemente il Sistema Endocannabinoide (SEC). Questo sistema è fondamentale per riuscire a capire cos’è il CBD aldilà della pseudoscienza che circonda il mondo della Canapa Sativa L.

Il sistema endocannabinoide

Si stratta di un sistema presente nel nostro organismo, individuato tra il 1990 e il 1993.

Fun fact#2:

Il nome è dovuto proprio alla capacità di questo sistema di interagire con molecole presenti nel nostro corpo la cui azione è simile a quella dei cannabinoidi!

Come funziona questo sistema?

Si compone di due recettori, CB1 e CB2. Cos’è un recettore? 

Ecco una spiegazione molto terra terra:

  1. Immagina che ogni cellula abbia sulla sua superficie dei lucchetti, ogni lucchetto può essere aperto solo da una chiave specifica.
  2. I lucchetti sono i recettori, le chiavi sono detti ligandi.
  3. Questi sono molecole, che possono essere prodotte dal nostro corpo oppure assunte esternamente e poi metabolizzate (vi ricordate il discorso sul metabolita all’inizio dell’articolo?).

Ok, torniamo al sistema endocannabinoide, perché è ciò che ci serve per capire cos’è il CBD.

Gli Endocannabinoidi

Il nostro organismo produce naturalmente dei ligandi (le chiavi per le “serrature” cellulari) per i recettori del sistema endocannabinoide. Il più famoso è l’Anandamide.

Questo molecole sono poi metabolizzate dai recettori CB1 e CB2, il primo tipo di recettore si trova nel nostro sistema nervoso centrale, nel cervello per dirla molto semplice, in zone come l’Ippocampo, l’Amigdala e tante altre.

I recettori CB2 invece si trovano quasi esclusivamente nelle cellule T del nostro sistema immunitario.

Se state pensando che gli effetti rilassanti e antiossidanti del CBD abbiano un qualche legame con quello che abbiamo appena detto, ottimo! Perché è esattamente così.

“The physiological roles of the brain cannabinoid system in humans are the subject of much active research and are not fully known; however, cannabinoids likely have a natural role in pain modulation, control of movement, and memory.”

“Le funzioni fisiologiche del sistema cannabinoide negli esseri umani sono al centro di molte ricerche in corso e non sono ancora del tutto note; tuttavia, i cannabinoidi hanno probabilmente un ruolo naturale nella modulazione del dolore, nel controllo del movimento e della memoria.”

Da “Marijuana and Medicine: Assessing the Science Base” p.24

Ma quindi cos’è il CBD? Un fitocannabinoide! (Lo è anche il THC)

I fitocannabinoidi sono molecole che si trovano nelle piante della specie Cannabis. I più famosi sono ovviamente THC e CBD, ma ce ne sono tanti altri. Eccovene qualcuno:

Tutti i fitocannabinoidi, come il CBD, sono in grado di fungere da chiave per i recettori del nostro sistema endocannabinoide.

In pratica è come se la natura avesso sparpagliato in giro per il mondo delle chiavi per la vostra porta di casa del tutto a caso.

Perciò cosa succede?

I fitocannabinoidi provocano degli effetti simili a quelli degli endocannabinoidi. Ma ci sono delle differenze. 

E qui sta il motivo per cui il THC è illegale e il CBD è invece legale!

cos'è il cbd?
fonte www.Vecteezy.com

Gli effetti del CBD

Col THC

Il CBD ha effetti sia in isolamento che in combinazione con l’altro cannabinoide più famoso, il THC.

Vediamo prima quali sono gli effetti del CBD insieme al THC:

  • Ritarda gli effetti eccitanti del THC
  • Riduce l’ansia causata dall’assimilazione di THC

Da solo

Il CBD ha un funzionamento molto particolare per il nostro Sistema Endocannabinoide (SEC) e di conseguenza per il gli effetti sul nostro organismo.

Come mai?

In biologia a volte si parla di un antagonista.

Fun fact #3:

l’antagonista in biologia è il cattivo della situazione perché riesce a legarsi ad un recettore e impedire l’azione di altri ligandi (rivedi sopra), detti agonisti. In pratica neutralizza l’effetto chiave-serratura, per questo è anche detto bloccante. Ma così facendo è in grado di produrre altri effetti interessanti, come vedremo tra pochissimo nel caso del CBD.

Il CBD è un antagonista dei recettori CB2, quelli dentro le nostre cellule T del sistema immunitario! Il THC è invece un agonista del recettore CB1, cioè è una chiave che apre la porta e provoca una serie di effetti diretti sul nostro organismo.

Trattamento dell’epilessia

Vari studi sembrano mostrare la capacità del CBD di inibire la frequenza e la violenza degli attacchi epilettici. 

Un recente studio italiano si è basato sulla somministrazione di Cannabidiolo a 550 persone, tra cui pazienti affetti da Sindrome di Lennox-Gastault e di Dravet (entrambe presentano tra i sintomi attacchi epilettici).

I risultati dello studio sembrano dare manforte alla tesi sulla capacità del CBD di ridurre la frequenza degli episodi epilettici.

Effetto antinfiammatorio

Se vi ricordate prima abbiamo detto che il CBD è un antagonista del recettore CB2, quello situato principalmente nelle cellule T del nostro sistema immunitario.

Cosa significa in parole povere?

Le cellule T sono tra gli agenti responsabili a livello microscopico di quella che noi chiamiamo un’infiammazione! L’azione del CBD in questo caso sembrerebbe fare da bloccante.

“The ability of cannabidiol to behave as a CB2 receptor inverse agonist may contribute to its documented anti-inflammatory properties.”

“L’abilità del cannabidiolo di agire come agonista inverso del recettore CB2 potrebbe contribuire alle sue documentate proprietà anti-infiammatorie.”


da Thomas & al 2007

Effetto rilassante

Il CBD è una sorta di coltellino svizzero molecolare. Oltre ad agire come antagonista del recettore CB2 è anche in grado di attivare il recettore 5-HT1A della serotonina.

Nome familiare? Beh il sistema serotoninergico è importantissimo per la regolazione di sonno, appetito, dolore e umore.

Il CBD è in grado di interagire anche con questo sistema e svolgere un ruolo ansiolitico.

Ora sai cos’è il CBD, ma è legale?

Cos'è il CBD?
fonte: www.Vecteezy.com

Lo abbiamo accennato anche all’inizio dell’articolo, il CBD è legale in moltissimi paesi. Il motivo principale è che a differenza del THC non ha effetti psicotropi.

Gli studi sempre più numerosi effettuati per capire scientificamente cos’è il cbd sembrano confermare che non sembrano esserci effetti negativi, motivo per cui l’assunzione del cannabidiolo è stata legalizzata in molti paesi e addirittura il CBD è usato nella farmacologia tradizionale. 

Ma già in antichità le proprietà della canapa erano state intuite.

Breve storia della cannabis light

Nel caso del THC la strada per la legalizzazione è ancora lunga, perché gli effetti sull’organismo umano sono ancora in fase di studio. Ma Uruguay, Canada e altri stati hanno già legalizzato anche il THC.

Cannabis legale in Uruguay: come sta andando?

E voi? Avete qualche storia interessante sul CBD? Diteci la vostra e partecipate ai nostri quiz sulla cannabis (potreste vincere uno sconto del 25% nello shop),  iscrivendovi al nostro canale Telegram:

https://t.me/Logudoro

Lascia un commento